Tfa sostegno: il consiglio di Stato, cosa cambia

insegnante docente maestra maestro dirigente scolastico scuola docenti

“E’ sbagliato programmare i posti per specializzare i docenti di sostegno degli alunni con disabilita‘ considerando solo le condizioni e le possibilita’ degli atenei. Aveva ragione l’Anief: il numero di docenti da preparare non puo’ essere stabilito da chi organizza, ma sono le Universita’ ad adattarsi alle esigenze degli alunni”.

A dirlo non e’ solo il sindacato, ma anche una sentenza del Consiglio di Stato che accoglie il ricorso sull’assegnazione iniqua dei posti specializzazione su sostegno, in riferimento alla “dedotta sperequazione territoriale dei posti autorizzati rispetto al reale fabbisogno espresso, in specie in relazione alla carenza di istruttoria e di motivazione a base di una determinazione che risulta del tutto contraddittoria”. Lo comunica Anief.

Uno dei casi piu’ clamorosi di mancata attivazione di posti adeguata fu, nel 2018, quello del Piemonte, prontamente denunciato dall’Anief, dove il fabbisogno di insegnanti da specializzare nel 2018 ammontava a 4.657 posti, ma nell’ultimo ciclo di TFA erano stati autorizzati solo 200 posti.

Anche in Emilia Romagna la differenza fu enorme: a fronte del fabbisogno di insegnanti da specializzare pari a 4.860 posti (oggi diventati 6.000), nell’ultimo ciclo di TFA sostegno ne furono autorizzati appena 320. Mentre la sola Universita’ di Messina organizzo’ i corsi per ben 2.000 posti di specializzazione e l’Universita’ di Enna 1.125.

Mentre altri atenei, come quello di Bologna, non ne avviarono nemmeno uno. Inoltre, vi furono Regioni dove il numero di specializzati era oltre dieci volte il fabbisogno. Ad esempio in Calabria dove, a fronte di un fabbisogno di soli 91 insegnanti specializzati, furono autorizzati ben 1.150 posti.

“Anche il Consiglio di Stato ha adesso accertato, in sede di verifica dei fatti, come ammesso della stessa amministrazione pubblica “resistente”, che e’ mancata la necessaria preventiva consultazione tra le Universita’ e gli Uffici scolastici regionali in merito ai fabbisogni di personale da specializzare per le attivita’ didattiche di sostegno”, conclude Anief.

Entra subito in Pronti per la scuola!, il gruppo Facebook del Personale Scolastico più grande d'Italia. Ci trovi notizie dalla scuola, opinioni autorevoli e comunicazioni sindacali.