Non si parla più di precari, anche nella scuola, dove tutte le cattedre sarebbero state coperte. A sostenerlo è il ministro Bianchi rispondendo allo stimolo arrivato dal Workshop Ambrosetti che propone alla politica di modificare la governance dell’Italia: “Avete notato – ha detto Bianchi – che sui giornali è...

È una piacevole sera di Luglio e la situazione pandemica è apparentemente sotto controllo, così ci concediamo un paio d’ore di relax tra amiche. Tuttavia, essendo anche colleghe, i nostri discorsi virano puntualmente sul tema Scuola. Passeggiando lungo il centro storico di Olbia, costeggiamo un caseggiato, bello esteticamente e...

Dopo l’avvenuta mobilità di circa 47mila insegnanti, si fa il conteggio dei posti residui. C’è poco da stare sereni: abbiamo 5.940 maestri della scuola dell’Infanzia, 23.538 della primaria, 38.884 docenti della scuola secondaria di primo grado e 44.329 del secondo grado. “Il numero potrebbe ancora subire delle piccole modifiche in caso di rettifiche...

In arrivo aumenti e l’inquadramento tra il personale con ‘alta’ specializzazione per merito e risultati conseguiti nell’ambito della Pa negli ultimi tre anni. Lo prevede una bozza del dl Reclutamento per l’attuazione del Pnrr che introduce nuove misure per la valorizzazione del personale e per il riconoscimento del merito....

Perché le nuove norme sui concorsi che fanno diventare insegnante si applicano retroattivamente per l’ultimo bando del concorso a cattedra solo per alcune discipline – come matematica, informatica e tecnologia – che riguardano appena 3mila posti sui 30mila banditi? Lo chiede Marcello Pacifico, presidente Anief, ritenendo “che questa semplificazione...

Ieri, giovedì 20 maggio, è stato sottoscritto dal ministero dell’Istruzione e dalle Confederazioni il “Patto per la scuola al centro del paese”, il documento di intenti che riconosce nell’istruzione il principale volano che sosterrà la crescita futura del nostro paese. Marcello Pacifico (Udir): “Finalmente sembra che la politica si...

L’Italia è uno dei paesi europei dove più che altrove gli insegnanti necessitano di un’anzianità di servizio significativa per ottenere degli aumenti salariali. E pure ridicoli. Lo dice la ricerca “Stipendi di insegnanti e capi di istituto in Europa” contenente la traduzione parziale del rapporto della Rete Eurydice ‘Teachers’...