Ecco “L’anno è finito”, una canzoncina molto allegra adatta per la FESTA DI FINE ANNO, che enfatizza l’apprendimento durante il percorso scolastico! Questo è stato un anno scolastico particolare, ma la scuola non si è fermata, gli insegnanti hanno fatto di tutto, anche a distanza, per trasmettere ogni contenuto...

“Nel Piano nazionale di ripresa e resilienza non si parla di spazi, plessi, organici, tempo scuola. Il problema rimane il rapporto insegnanti-organici. E anche l’estensione dell’obbligo scolastico fino a 18-19 anni. Questi erano i problemi da aggredire. Le soluzioni proposte ci lasciano purtroppo delusi. Se questa è la proposta...

Lezione sul capitolo 38 dei Promessi sposi. Il Prof scherzando aveva chiesto ai ragazzi di vestirsi bene per il matrimonio di Renzo e Lucia. Sabato mattina quando accende il computer la sorpresa! Li trova, dall’altra parte dello schermo, tutti gia’ pronti: i ragazzi hanno la cravatta, le ragazze sono...

Il recupero delle lezioni non svolte in classe, attraverso delle lezioni ad hoc da organizzare a fine anno scolastico, sarebbe ostacolato dalla fruizione delle ferie che gli insegnanti dovranno fruire obbligatoriamente tra luglio e agosto. E i dirigenti scolastici sarebbero impotenti di fonte a questo. Lo scrive oggi Il...

Su tempi e luoghi della scuola e sul modello operativo per recuperare i gap di socialità e apprendimento individuale dovuti alle condizioni straordinarie in cui si è svolta la didattica nel corso dell’ultimo anno scolastico, è stato attivato un gruppo di lavoro composto da personale del Ministero dell’Istruzione e...

Un corso per imparare a insegnare con la Dad. Ad idearlo Enzo Passaro, coach, speaker, docente ed esperto di neuroscienze ed ha da poco lanciato Ctrl Dad, una piattaforma online che eroga un corso dedicato agli insegnanti costretti a svolgere la propria attività a distanza. L’obiettivo è quello di...

“Definire tempo perso il lavoro svolto durante questo difficilissimo anno pandemico significa partire con il piede sbagliato. Di tutto si può discutere, ma sempre rispettando chi si è fatto in quattro con la Didattica a distanza. Senza, poi, dimenticare che, salvo rare eccezioni, la scuola dell’infanzia e la primaria...