Personale ATA: da oggi le domande per le graduatorie di istituto tramite procedura online

personale ata bidello collaboratore scolastico scuola classe

Parte oggi, l’apertura della piattaforma su Istanze Online per la compilazione della domanda per l’inserimento o l’aggiornamento della terza fascia delle graduatorie di supplenza per il personale Ata della scuola pubblica: alla procedura, valida per il triennio 2021/23, sono interessati oltre due milioni di partecipanti.

Sono graduatorie utilizzate esclusivamente per le supplenze al 31 agosto, 30 giugno, temporanee (legate all’esigenze di servizio). Svariati risultano i profili professionali per i quali si potrà presentare domanda: assistente amministrativo, collaboratore scolastico, cuoco, assistente tecnico, infermiere, addetto alle aziende agrarie, guardarobiere.

Le istanze saranno presentate obbligatoriamente per la prima volta attraverso il sistema Istanze Online, previa registrazione nella piattaforma SPID per la propria identità digitale. Proprio per la compilazione delle domande da presentare, il sindacato Anief ha attivato su tutto il territorio nazionale degli sportelli straordinari in presenza con prenotazione e da remoto.

L’ufficio legale del sindacato sta valutando l’avvio di vertenze legali per coloro che risultano esclusi e avverso la tabella di valutazione dei titoli. “Parliamo di ricorsi – commenta Marcello Pacifico, presidente Anief – perché anche per la gestione delle domande di inserimento e aggiornamento delle graduatorie del personale Ata vi sono diritti degli aspiranti lavoratori che continuano ad essere negati. A partire da chi vuole fare il collaboratore scolastico con il diploma di terza media. A nostro avviso, possono presentare domanda per entrare nel mondo della scuola. Anche loro hanno diritto di fare le supplenze e anche di essere immessi in ruolo, come i facenti funzione Dsga”.

Prende il via la corsa al rinnovo delle graduatorie del personale Ata della scuola. Nel corso dell’ultimo incontro informativo organizzato dal ministero dell’Istruzione è stato confermato che le domande potranno essere presentate fino al prossimo 22 aprile, sempre attraverso l’applicazione POLIS. La domanda di inserimento o di conferma/aggiornamento potrà essere presentata per la stessa ed unica provincia e sarà possibile indicare sino a un massimo di 30 istituzioni scolastiche.

LE DOMANDE

Il coordinatore nazionale del personale ATA Cristina Dal Pino e Teresa Vitiello, vice presidente Anief Friuli Venezia Giulia, presenti all’incontro, hanno fatto presente che le graduatorie si dovrebbero trasformare in provinciali, così come avviene per il personale docente, così da snellire anche il lavoro alle segreterie scolastiche. Il direttore generale dell’ufficio V del ministero dell’Istruzione, Filippo Serra, ha detto che non è stato possibile, perché sarebbe stato necessario un intervento normativo.

È stato quindi comunicato che ai candidati che presentano domanda di conferma sarà assegnato il punteggio con cui figurano nelle graduatorie di terza fascia del precedente triennio, sulla base dei titoli presentati o il punteggio eventualmente rettificato a seguito delle verifiche effettuate dalle istituzioni scolastiche. Una novità importante riguarda gli aspiranti assistenti tecnici: a loro basterà inserire durante la compilazione della domanda solo il titolo di accesso.  Sarà poi il sistema che attribuirà in automatico le aree corrispondenti ai laboratori.

I RILIEVI DEL SINDACATO

I sindacalisti Anief hanno fatto notare che le date scelte per la presentazione delle domande si accavalleranno con quelle per la presentazione delle domande di mobilità del personale scolastico: l’amministrazione ha replicato che si è trattata di una scelta politica. Anief ha quindi fatto presente che la convalida delle domande non può essere demandata e non deve essere effettuata dal personale assistente amministrativo delle scuole, ancora di più perché inquadrato giuridicamente ed economicamente come un impiegato esecutivo IV Livello.

“Per noi è importante attivare i nuovi profili professionali previsti da 25 anni dai contratti e, ancora, valorizzare una professione che è stata caricata di tante responsabilità – ha detto Marcello Pacifico, leader dell’Anief -. Per questo riteniamo che i collaboratori scolastici possano presentare domanda anche con il diploma di licenza media e lo stesso titolo deve valere anche per coloro che aspirano ad essere assunti in questo ruolo. Esattamente come è stato fatto negli ultimi anni con i dipendenti assunti dalle cooperative, i cosiddetti ex Lsu”.

“Non è un caso che il nostro sindacato abbia al suo interno una consulta del personale ATA ed anche un gruppo che collabora con la Presidenza nazionale per partecipare agli incontri ministeriali. Noi vogliamo degli ATA che finalmente siano valorizzati, perché senza gli assistenti tecnico-amministrativi ed i collaboratori scolastici in generale le scuole italiane non possono andare avanti. Abbiamo già vinto un ricorso al TAR e siamo convinti che questa sia la strada giusta, così come riteniamo che anche chi ha fatto il servizio militare debba essere valutato”, ha concluso il presidente Anief.

Fonte: comunicato stampa Anief

Entra subito in Pronti per la scuola!, il gruppo Facebook del Personale Scolastico più grande d'Italia. Ci trovi notizie dalla scuola, opinioni autorevoli e comunicazioni sindacali.