“Maiale e deficiente” poi le botte: così una maestra trattava bimbi tra 2 e 5 anni

insegnante docente maestra maestro dirigente scolastico scuola docenti

Li offendeva, strattonava, aggrediva, seminando in aula il terrore. Una insegnante di Mattinata (Foggia), di 47 anni, è stata interdetta dal tribunale del Riesame di Bari su richiesta della procura di Foggia per maltrattamenti ai danni di diversi minori di età compresa tra i due e i cinque anni. La donna per 12 mesi non potrà esercitare la professione.

I fatti risalirebbero al 2018, quando il dirigente scolastico della scuola materna ‘Giorgi’ di Mattinata, si rivolse ai militari per riferire di alcune segnalazioni da parte di diversi genitori, allarmati dal comportamento dei propri figli e dai lividi che spesso riportavano.

Da lì sono scattate le indagini dei carabinieri, che grazie alle intercettazioni ambientali audio-video, hanno documentato le violenze psicologiche e fisiche. “…Fannullone e MAIALE”, “pazzo”, “cretino”, “scimunita”, “cretina patentata”, “deficiente”, “animale”, “bestia”: sono solo alcune delle offese che l’insegnante avrebbe rivolto ai bambini, “vai a fare la pipì, vai e buttati nel gabinetto”, “ti faccio la mano di lividi, oggi ti devo fare vedere io. Ti do due schiaffoni che ti faccio volare stamattina”.

E ancora: “Non ce la fai a stare col culetto sulla sedia, ti faccio una faccia che non puoi vedere”. Il tutto spesso accompagnato da strattoni, spinte, schiaffi, calci e lancio di oggetti, una bottiglietta d’acqua in particolare.

Entra subito in Pronti per la scuola!, il gruppo Facebook del Personale Scolastico più grande d'Italia. Ci trovi notizie dalla scuola, opinioni autorevoli e comunicazioni sindacali.