L’infanzia degli orrori: urla, minacce e botte ai piccoli alunni, arrestata maestra 46enne

maestra

I carabinieri della Compagnia di Misilmeri, su delega della Procura di Termini Imerese, hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal gip, a carico di una maestra 46enne della provincia di Agrigento, insegnante in una scuola dell’infanzia di Villafrati (Palermo), ritenuta responsabile del reato di maltrattamenti verso fanciulli.

Le indagini, avviate dalla Stazione di Villafrati, sono scattate dopo la denuncia presentata dalla mamma di una bimba di tre anni, che si era accorta di un cambiamento nel carattere della piccola e di particolari comportamenti assunti dalla bambina, “indicativi di malessere con molta probabilità causato dalla frequentazione scolastica“, spiegano gli investigatori dell’Arma. I successivi accertamenti hanno messo in luce la condotta dell’insegnante, i suoi atti di violenza psicologica e fisica, le urla, le minacce e le percosse nei confronti degli alunni, tutti di età inferiore ai 4 anni. “Il quadro indiziario delineatosi a carico dell’insegnante, nonché l’abitualità della condotta contestata – concludono i carabinieri -, hanno consentito al gip di Termini Imerese di applicare la misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti della maestra 46enne”.

 

 

 

 

Entra subito in Pronti per la scuola!, il gruppo Facebook del Personale Scolastico più grande d'Italia. Ci trovi notizie dalla scuola, opinioni autorevoli e comunicazioni sindacali.