Leggere è più facile. Uno strumento gratuito per aiutare i bambini dislessici

Dei ricercatori italiani hanno avviato la sperimentazione di un progetto davvero interessante, pensato principalmente per i dislessici.

PickEditor, in termini prettamente didattici, può essere definito come un facilitatore, più precisamente, come uno strumento compensativo innovativo.

Pick Editor è un programma di videoscrittura che permette di modificare, in base alle necessità particolari di ogni dislessico, gli elementi specifici del testo scritto. Per poterlo utilizzare basta accedere gratuitamente al seguente indirizzo pickeditor.com. E’ ancora in fase sperimentale e la versione per Android non è ancora disponibile.

Pick Editor
Home page Pick Editor

E’ altamente intuitivo proprio perché contiene icone essenziali che evidenziano delle spiegazioni di utilizzo. La dashboard iniziale dalla grafica spartana ma essenziale, permette di selezionare la lingua nella quale avviare la scrittura. Una volta che si è scelto di iniziare basta premere il tasto INIZIA e si aprirà  questa schermata.

Scritto il testo ed evidenziato vi apparirà in alto un’icona, se ci cliccate vi farà scegliere la grandezza del testo e se inserire o meno la funzione “grassetto”.

Per modificare il testo in ogni sua minima parte basterà evidenziarlo e premere, in alto le varie componenti di scrittura. Se ad esempio vogliamo modificare il font, basterà cliccarci e scegliere una delle due opzioni disponibili.

L’opzione di cui vi parlavo prima rispetto alle doppie vi permette di decidere, selezionando SI oppure NO, se avete necessità di modificare la consonate simile per agevole la successiva fase di lettura.

Cliccando sull’icona LETTERE vi si presenterà un tasto che potrete spostare in avanti e indietro permettendo così a ciascuna lettera di spostarsi ad una distanza che preferite!

Lo stesso procedimento potrete effettuarlo per la funzione PAROLE e per la funzione INTERLINEA. Una volta creato il testo potrete stamparlo cliccando sull’apposita icona.

L’ultima funzione che vi mostro è il tasto “Accedi a google drive” , se consentite l’accesso e cliccate sul vostro profilo vi si aprirà un menù a tendina con diverse opzioni.

Da qui potete aprire un nuovo file di scrittura, rinominarlo, stamparlo, salvarlo e recuperare i file salvati. C’è anche il tasto logout  per uscire da Google Drive.

Inoltre, siamo felici di presentarvi Parola di Pepito, il nuovo corso per il triennio della scuola primaria edito dalla casa editrice Lisciani Scuola.

Parola di Pepito, non è solo un modo simpatico per attirare la curiosità dei lettori, è una precisa linea pedagogica che rimarca l’impegno progettuale di fondo: mettere al centro l’alunno.

Parola di Pepito assume così una veste preponderante, proprio perché vuole creare una linea ben evidente di accompagnamento nella crescita formativa dei bambini. La sua parola diventa una promessa, sancisce un connubio tra ciò che si è e ciò che si può essere.

Attraverso la narrazione, i bambini e le bambine imparano ad esprimersi e a mettere in evidenza i loro personali processi conoscitivi. Il percorso didattico proposto è graduale e inclusivo e tiene conto dei tempi di apprendimento e dei bisogni educativi di tutti gli alunni.

Contributo offerto dalle maestre Emilia Sansonetti e Simona Restauri, appassionate di tecnologie applicate alla didattica e fondatrici di DIDA-TECH il sito web di co-teaching per una didattica innovativa inclusiva.

Entra subito in Pronti per la scuola!, il gruppo Facebook del Personale Scolastico più grande d'Italia. Ci trovi notizie dalla scuola, opinioni autorevoli e comunicazioni sindacali.