In classe fino al 30 giugno? Bianchi ancora una volta dalla parte degli insegnanti: “Assolutamente no!”

patrizio bianchi ministro istruzione governo draghi

“In questo periodo le nostre scuole non sono mai state chiuse e bisogna cominciare ad aggiungere l’elemento della valutazione. Abbiamo già lanciato le prove Invalsi che stanno andando benissimo: solo ieri sono state 17mila valutazioni e abbiamo il polso della situazione generale. Il singolo bambino ha però perso la socialità: bisogna fare dei percorsi di orientamento e di sostegno della singola persona che non configurano il fatto di essere tutti seduti al banco fino al 30 di giugno ma percorsi individuali”. Così il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, a Radio Anch’io su Radio Rai1.

Entra subito in Pronti per la scuola!, il gruppo Facebook del Personale Scolastico più grande d'Italia. Ci trovi notizie dalla scuola, opinioni autorevoli e comunicazioni sindacali.