Il ministro Bianchi annuncia la riforma del MIUR

patrizio bianchi ministro istruzione governo draghi

“Il ministero cosi’ come e’ oggi, non e’ più’ in grado di organizzare la specificità’ e la complessità’ dei compiti. Stiamo ampliando l’eta’ dell’educazione dai 0 anni fino alla formazione continua: serve un dipartimento che si occupi di formazione tecnica superiore, dobbiamo mettere mano all’organizzazione del ministero e degli organi decentrati”.

Lo ha detto il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi in audizione presso le Commissioni congiunte Istruzione del Senato e Cultura della Camera sulle linee programmatiche del suo mandato. Il ministro ha parlato della necessita’ di una riforma del ministero dell’Istruzione e della governance complessiva.

“Poi vanno rafforzate le strutture del sistema scolastico: il Piano di ripresa e resilienza ci aiuta moltissimo basta pensare agli investimenti per la fascia dei piu’ piccoli”, ha aggiunto.

La struttura che ho trovato non e’ adeguata a gestire le difficolta’ che abbiamo”, ha proseguito il ministro Bianchi riferendosi alle strutture del ministero dell’Istruzione. “Stiamo ampliando l’eta’ dell’educazione dai zero ai 6 anni, ma a che dopo i 18, con la formazione post-diploma e continua”. “Dentro l’organizzazione del ministero serve una struttura adeguata, serve un dipartimento per la formazione professionale e tecnica, un dipartimento per gli Its e la formazione permanente”, ha concluso il ministro.

Entra subito in Pronti per la scuola!, il gruppo Facebook del Personale Scolastico più grande d'Italia. Ci trovi notizie dalla scuola, opinioni autorevoli e comunicazioni sindacali.