“I tacchi in questa scuola sono vietati”: ecco cosa ha stabilito un preside

tacchi

Agli ingressi delle scuole di un istituto comprensivo di Riccione è apparso un cartello con il simbolo del divieto e sotto la barra rossa il disegno di una scarpa da donna con il tacco.

Il senso dell’inedito avviso è stato spiegato dal dirigente scolastico, Nicola Tontini, al Corriere Romagna. “È un’indicazione che diamo ai genitori, personale e fornitori, in quanto succedono infortuni di vario tipo. Per questo la scuola dà delle regole da rispettare da parte dell’utenza che accede al plesso”.

Il divieto non riguarderebbe dunque la moda, come avvenuto in passato in altri istituti. Lo scopo dichiarato dalla scuola è quello di scongiurare risvolti giuridici.

“Non è la prima volta infatti che un genitore che accompagna il bambino a scuola inciampa e cade, e poi cerca di intentare una causa alla scuola”, prosegue il preside. Con il cartello di divieto, la scuola non si riterrebbe dunque responsabile di eventuali cadute con i tacchi a spillo.

Entra subito in Pronti per la scuola!, il gruppo Facebook del Personale Scolastico più grande d'Italia. Ci trovi notizie dalla scuola, opinioni autorevoli e comunicazioni sindacali.