Draghi: “Rivedere il calendario scolastico per recuperare il tempo perso”

Draghi

Draghi non fa sconti alla scuola. Il futuro governo dovrà “rimodulare il calendario scolastico” dell’anno in corso, per recuperare i “numerosi giorni persi”. Sono state queste le parole del presidente incaricato ai gruppi parlamentari.

Draghi: ripartire bene a settembre

Per il presidente non è vero che non è stata fatta scuola ma è vero che gli studenti si sono trovati a perdere tempo prezioso, privo della didattica frontale. A settembre prossimo l’anno dovrà ripartire in estrema sicurezza e nei modi adeguati.

Il deputato Alessandro Fusacchia (+Europa) al termine del colloquio con Draghi ha detto “c’è un ragionamento da fare su come organizzare questo recupero di mesi persi. Draghi ha condiviso un primo ragionamento su cose strutturali, che hanno a che fare con il calendario scolastico per prepararsi per tempo a settembre dell’anno prossimo. E c’è un lavoro da fare in questi mesi per riprendere il prima possibile a fare scuola”

Entra subito in Pronti per la scuola!, il gruppo Facebook del Personale Scolastico più grande d'Italia. Ci trovi notizie dalla scuola, opinioni autorevoli e comunicazioni sindacali.