Docenti di sostegno fermi almeno 60 mesi prima di chiedere trasferimento

sindacato sindacati scuola

Tutti i docenti titolari sul sostegno sono soggetti al vincolo quinquennale su tale tipologia di posto: il vincolo decorre dall’anno scolastico di immissione in ruolo sul sostegno oppure, in caso di mobilità, dall’anno scolastico in cui si ottiene il movimento da materia a sostegno.

A ricordarlo è la rivista Orizzonte Scuola, la quale sottolinea che nel computo del quinquennio, come chiarisce l’art.23 comma 8, si considera l’eventuale anno di decorrenza giuridica della nomina in ruolo ed è calcolato anche l’anno scolastico in corso. Il docente nel vincolo quinquennale, quindi, potrà partecipare alla mobilità soltanto per posti sul sostegno.

Secondo Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, “l’obbligo di permanenza per almeno 60 mesi sulla cattedra di sostegno è temporalmente esagerato: per questo motivo continuiamo a raccogliere i ricorsi presso il Giudice del lavoro: se vi sono le condizioni, per quale motivo l’amministrazione deve inibire, infatti, il passaggio da sostegno a posto comune o curricolare? Inoltre, perché non possono essere computati i servizi svolti su posto di sostegno durante il precariato? Siccome al ministero dell’Istruzione non vogliono ascoltare, allora le risposte le daranno i giudici”.

Come se non bastasse, ricorda ancora la rivista specializzata Orizzonte Scuola, un eventuale “passaggio di ruolo sul sostegno, del docente già titolare su questa tipologia di posto, determina un nuovo vincolo quinquennale, quindi il computo del quinquennio ricomincia. Come stabilisce il comma 11 del succitato art.23, i docenti che ottengono il passaggio di ruolo su posti di sostegno hanno l’obbligo di permanervi per un quinquennio”.

Anief non ci sta e dice no. Il giovane sindacato fa quindi da tramite per organizzare e patrocinare dei ricorsi, al Giudice del lavoro, contro questi vincoli assurdi. Può partecipare al ricorso il personale docente di ruolo su posto di sostegno che partecipa alle procedure di mobilità e che abbia svolto almeno cinque anni di servizio (interamente da precari o cumulando servizio da precari e servizio di ruolo) su sostegno. Per informazioni ed eventuali adesioni cliccare qui.

Fonte: comunicato stampa Anief

Entra subito in Pronti per la scuola!, il gruppo Facebook del Personale Scolastico più grande d'Italia. Ci trovi notizie dalla scuola, opinioni autorevoli e comunicazioni sindacali.