Ddl Zan, il cardinale Versaldi: “La scuola deve difendere la verità!”

ddl zan

Ddl Zan, il cardinale Versaldi: “La scuola deve difendere la verità!”

“Le scuole cattoliche sono in prima linea contro ogni discriminazione o violenza verso le persone. Ma bisogna evitare che la giusta lotta di chi difende i propri diritti possa trasformarsi in discriminazione verso chi ha idee diverse sulla sessualità umana”.

Lo dice il cardinale Giuseppe Versaldi, prefetto della Congregazione per l’educazione cattolica, in una intervista al Corriere della Sera.”Nessuno vuole attentare alla giusta autonomia dello Stato di legiferare democraticamente, ma si è voluto evidenziare problematiche in modo preventivo per evitare danni maggiori in seguito, come ha sottolineato il cardinale Parolin – afferma – L’equivoco con il giusto rispetto che si deve avere per chi la pensa diversamente. Se il solo esprimere un’opinione diversa è già discriminare allora cadiamo nella censura sulle idee”.

“Non chiediamo privilegi ma offriamo una proposta che può essere diversa. Non siamo noi a scegliere. Ma le famiglie che hanno diritto, soprattutto se i figli sono minori, a scegliere una linea educativa. Anche se va contro un pensiero unico – conclude.

La Chiesa non ha mai imposto il suo pensiero, ma il diritto-dovere di rispettare il mandato a difendere la verità incarnata, anche nella SCUOLA. Con lo stile di Papa Francesco che non è di proselitismo, ma al servizio della gente”.

Entra subito in Pronti per la scuola!, il gruppo Facebook del Personale Scolastico più grande d'Italia. Ci trovi notizie dalla scuola, opinioni autorevoli e comunicazioni sindacali.