Cinzia non ce l’ha fatta: la procura apre un fascicolo per omicidio colposo

cinzia

La Procura di Palermo ha aperto un Fascicolo di atti relativi per omicidio colposo sulla morte di Cinzia Pennino, l’insegnante di 45 anni morta ieri. Lo scorso 10 marzo la docente aveva fatto il Vaccino AstraZeneca. Nei giorni scorsi ha avuto una trombosi che l’ha portata alla morte. Il fascicolo, Come si apprende è stato aperto contro ignoti per eseguire la consulenza sulle cartelle cliniche ed accertare una eventuale imperizia o negligenza nella assistenza sanitaria. Al momento non è stata disposta l’autopsia.

Cinzia Pennino si trovava ricoverata in rianimazione nel reparto del Policlinico di Palermo in gravissime condizioni. Come riferiscono i quotidiani locali, la docente sette giorni fa aveva fatto il vaccino, ma in pochi giorni la situazione è precipitata.

“In questo momento di grande apprensione per la sua salute, ci stringiamo con grande affetto alla nostra cara Cinzia Pennino. Questa sera in diretta Facebook – si leggeva sul profilo Facebook dell’istituto Salesiano Don Bosco Ranchibile – da questa pagina, pregheremo insieme il Santo Rosario, chiedendo al Signore, per intercessione di Maria Ausiliatrice, la completa guarigione di Cinzia. Vi invitiamo a collegarvi e a pregare con noi.
Forza Cinzia, siamo tutti con te”!

Tantissimi anche i messaggi delle colleghe e degli amici della professoressa, increduli per il malore improvviso e che le chiedevano di lottare.  “Ca fari? Cinzia Pennino – dice un’amica – dobbiamo ancora saltare e ballare alle feste di strada! Non mollare! Io ti aspetto al mare. Me l hai promesso solo ieri!!”.

“Mia cara e dolce Cinzia.. – scriveva un altro utente – il tuo Essere, ha invaso l’animo e il cuore di tutti noi, Usignoli. Ti amiamo profondamente e, conoscendo la tua Forza e soprattutto la tua Fede, sappiamo che stai lottando e che presto, tornerai a cantare con noi. Personalmente, conoscendo anche la meravigliosa peculiarità caratteriale che hai di saper sorridere, sempre e comunque, di ogni cosa vedere sempre l’aspettò migliore e poi, il fascino dei racconti delle tue esperienze, mi fa credere che stai accumulando delle “esperienze” tali che, quando tornerai a cantare da noi, ci prenderai per stupidi per aver tenuto per te”.

“Io so che al tuo capezzale, oltre la Madonnina che ti veglia in modo speciale e, quel Gesù che hai servito amorevolmente in ogni “ultimo” che hai incontrato in ogni parte del mondo, c’è il tuo Angelo Custode, che è molto amico del mio Angelo custode… e sono certa che al più presto, mi confermano il Miracolo di cui sei “protagonista”.

“Il Miracolo che abbiamo sempre cantato con “When you believe”, e sappiamo bene che noi, crediamo veramente nelle “cose” che cantiamo, tu lo sai. Lo so che forse posso sembrare “strana” ma io ci credo fortemente che prestissimo torneremo a gioire della tua presenza tra noi. Io credo che i Miracoli esistono e non mi stancherò mai di crederlo”.

“Ti voglio bene, piccola grande donna. Coraggio, siamo tutti con te. É vero che hai coraggio da vendere e adesso stai affrontando a testa alta il tuo calvario improvviso… nessuno se lo aspettava, ma siamo tutti qui ad aspettarti più sorridente che mai, con la tua solita e meravigliosa gioia di vivere e sarai una Testimone vivente della grande Misericordia di Dio”.

“Con un grande abbraccio di Luce, pieno di Amore fraterno, ti stringo forte al mio cuore e al cuore dei Nightingales. Dai, Cinzia… sei forte, ce la devi fare…non ti arrendere e presto il Bello e il Buono tornerà per te e i tuoi cari, ai quali mi stringo con lo stesso amore che ho per te. Baciuzzi”.

Entra subito in Pronti per la scuola!, il gruppo Facebook del Personale Scolastico più grande d'Italia. Ci trovi notizie dalla scuola, opinioni autorevoli e comunicazioni sindacali.