Bianchi: “I docenti hanno lavorato tantissimo, la Dad non è quella del 2020”

Bianchi

“In questo anno i nostri insegnanti hanno lavorato moltissimo. Hanno fatto tantissime esperienze. La Dad non è quella dell’anno scorso, ci sono molte esperienze e noi diffonderemo le buone esperienze di questo periodo per dimostrare che i nostri insegnanti hanno sempre tenuto la porta aperta e il contatto con i loro ragazzi”. Lo ha affermato il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi a “Unomattina” su Rai 1.

LA SCUOLA IN PRESENZA

“La scuola è in presenza per definizione ma non è stata ferma, i nostri insegnanti non sono stati fermi. Ci vuole fiducia nella scuola e negli insegnanti. È un elemento importantissimo. – ha sottolineato Bianchi – Dobbiamo aiutare i nostri ragazzi a superare questo periodo ed elaborarlo. Stiamo lavorando per aiutare le famiglie e dare più strumenti per ampliare l’offerta didattica e fare un ponte tra quest’anno e il prossimo”.

IL RIENTRO A SCUOLA

E sul rientro a scuola, il ministro Bianchi aggiunge: “Bisogna certamente pensare a un calendario, che è competenza delle Regioni. Ma dobbiamo dare un’idea di una scuola che va al di là del calendario, che sia capace di garantire la continuità, non solo a giugno, ma che sia capace di fare un ponte verso l’anno prossimo. Non è una questione di emergenza: la scuola deve tornare punto di riferimento delle comunità come era una volta. E i ragazzi devono tornare in classe il prima possibile”, ha concluso il ministro dell’Istruzione.

L’ESAME DI MATURITA’

Sulla maturità ha poi sottolineato che “l’esame deve essere un elaborato, un testo scritto il cui contenuto viene discusso insieme al Consiglio di classe con un tema coerente con il percorso di studi. Il candidato avra’ un mese per svolgere il lavoro e consegnarlo due settimane prima. L’orale comincera’ con la discussione di questo lavoro. Non e’ un esame all’acqua di rose ne’ di emergenza, sara’ una prova di maturita’ in cui il ragazzo o la ragazza avranno modo di testimoniare come sono cresciuti come persone in questo ciclo di studi. Abbiamo fatto un passo in avanti, un esame di maturità’ vero e pieno”.

 

Entra subito in Pronti per la scuola!, il gruppo Facebook del Personale Scolastico più grande d'Italia. Ci trovi notizie dalla scuola, opinioni autorevoli e comunicazioni sindacali.