Bianchi: “Con virus momento difficile. Scuola al centro della nostra vita collettiva”

patrizio bianchi ministro istruzione governo draghi

Il ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi, in videoconferenza all’inaugurazione del nuovo anno accademico dell’Università di Parma, ha parlato anche del momento storico della scuola italiana:

“Viviamo un momento difficile, lo sappiamo tutti, il virus sta riprendendo quota, con queste varianti che toccano anche i nostri bambini. Siamo pienamente responsabili e porteremo avanti il Paese nelle difficoltà, dobbiamo andare oltre. Stiamo vivendo una trasformazione profondissima della nostra vita quotidiana, delle nostre speranze. Una trasformazione che parte dall’ambiente, attraversa la salute, il lavoro, il modo stesso di concepire la comunità”.

Inoltre, il ministro Bianchi aggiunge: “Noi oggi dobbiamo non solo investire di più in termini finanziari ma anche investire di più in termini di passione civile, di considerazione nella scuola, nell’università e nella ricerca – spiega il Ministro – vuol dire parlare di persone in formazione umana. Il valore dell’inclusione trasferito ai più giovani. Il nostro è il Paese che ha il livello di istruzione più basso in Europa e più alto di dispersione in Europa. Dobbiamo innalzare a livello considerevole il tasso d’istruzione”.

Infine, “Abbiamo questa pandemia ma non ci deve far paura, la stiamo affrontando, come i governi precedenti, tenendo presente che la scuola dev’essere al centro della nostra vita collettiva. Il nostro obiettivo è guardare oltre l’emergenza, aprire vie nuove”.

 

Entra subito in Pronti per la scuola!, il gruppo Facebook del Personale Scolastico più grande d'Italia. Ci trovi notizie dalla scuola, opinioni autorevoli e comunicazioni sindacali.