Azzolina: “Ho sofferto a chiudere le scuole ma ho salvato vite”

ministro ministra lucia azzolina politica scuola

“A maggio 2020 mi scrivevano medici e infermieri chiedendomi di tenere le scuole chiuse. A ottobre scorso gli stessi medici e infermieri mi scrivevano invece per chiedermi di tenerle aperte.

Per me è stato molto doloroso chiudere le scuole, ma le indicazioni del CTS a maggio 2020 erano chiare: se avessimo aperto le scuole avremmo rischiato un migliaio in più in terapia intensiva. Facendo quella scelta abbiamo contribuito a salvare tante vite umane”.

Così ricorda l’ex. ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, il periodo di chiusura delle scuole di un anno fa causato dalla pandemia da Covid 19. Azzolina è intervenuta a “L’ora di buco, storie di vita scolastica”, la trasmissione di TuttoSCUOLA su Radio Cusano Campus.

“A giugno e luglio del 2020 la situazione è cambiata e la SCUOLA si è preparata”, ha continuato Azzolina ripercorrendo i fatti dell’ultimo anno che hanno visto la SCUOLA sottoposta a continui stop&go.

“Tutta la comunità scolastica ha lavorato molto per riaprire, nonostante molti scienziati dicessero che la SCUOLA nemmeno a settembre avrebbe potuto riaprire. Qualcuno voleva la scuola chiusa, punto. Noi abbiamo lavorato per riaprire quando si poteva riaprire”.

Entra subito in Pronti per la scuola!, il gruppo Facebook del Personale Scolastico più grande d'Italia. Ci trovi notizie dalla scuola, opinioni autorevoli e comunicazioni sindacali.